Stimolare i capezzoli favorisce l’orgasmo

In questo articolo parleremo della stimolazione dei capezzoli di una donna, le carezze o i baci perpetrati sul seno della donna attivano l’ipofisi e di conseguenza il rilascio di ossitocina che rappresenta l’ormone del piacere, calcolate che quasi la totalità delle donne apprezza questa pratica.

L’Università della California ha effettuato uno studio che ha confermato che la stimolazione effettuata nella zona del seno e più di preciso sui capezzoli durante un rapporto sessuale è una pratica amatissima dalla maggior parte delle donne.

Quasi il 90% delle donne intervistate ha affermato che questa particolare pratica accentua il desiderio di fare l’amore e l’80% delle donne ha dichiarato che gli aumenta il fattore eccitazione e che gli permette di raggiungere prima l’orgasmo.

Il tutto è molto semplice, come dicevamo prima, la stimolazione dei capezzoli aumenta la produzione di ossitocina da parte della ghiandola dell’ipofisi che si trova all’interno del nostro cervello.

Questa ossitocina amplifica tutte le sensazioni che sono strettamente legate alle sensazioni provate dalla donna in fase di contatto col proprio partner favorendo le contrazioni che caratterizzano l’orgasmo.

Anche all’uomo piace la stimolazione dei capezzoli pur non avendo la sensibilità che caratterizza le donne, calcolate che una donna potrebbe raggiungere l‘orgasmo soltanto con questa pratica, invece l’uomo non vi riesce visto che la sua percezione del piacere è molto più lieve.