lunedì 23 maggio 2016

I miei videogiochi del 2016 (tra vecchie glorie e novità)

Dopo aver pubblicato la lista dei fumetti che ho letto e leggerò quest'anno, ecco la lista dei videogiochi che ho giocato da gennaio a oggi e che giocherò fino alla fine del 2016. Aggiornerò questa lista periodicamente per darvi conto delle novità.

La premessa è che non ho tutte le console ma mi difendo bene: Wii U (un pochettino messa da parte in questo primo semestre del 2016, quindi non vi indicherò giochi), Nintendo 3DS, PS3 e PS4. Attenzione: non gioco solo a giochi appena usciti e attualissimi: sono giochi ai quali ho giocato o sto giocando e che mi sono piaciuti.

Nintendo 3DS


Professor Layton vs. Phoenix Wright: Ace Attorney - Gioco comprato nel 2015 e giocato solo da pochi mesi (anche se è uscito nel 2014), questo titolo dal mio punto di vista è lunghissimo o longevo, dipende se per voi i giochi infiniti sono una scocciatura o una bella cosa. Ha una storia parecchio coinvolgente che unisce due esperienze di gioco alternate (quella degli enigmi e quella "legal") assommate in maniera un po' stucchevole. Eppure mi diverte e non è per niente facile. 


The Legend of Zelda: Tri Force Heroes - Comprato alla GamesWeek di Milano approfittando di un'offerta notevole, è un gioco ben valutato da giocatori e critica. Il mondo Zelda di solito è molto immersivo ed è difficile giocare con altri giochi contemporaneamente senza perdere la concentrazione sulla storia e sul da farsi. Questo gioco è più leggero, on line, molto divertente e con la grafica che amo di più: quella che puntata tutto sul divertimento senza badare eccessivamente all'estetica.

PS3

Premessa: sto giocando a una marea di giochi per PS3 approfittando delle offerte trovate sullo store a Natale e poche settimane fa. Quindi preparatevi (per qualche gioco) a un bel salto nel passato.



Mini Ninjas - "Guarda che è una cagatina", mi dicevano. In effetti è un gioco molto semplice ma con un senso estetico davvero contemporaneo (per essere del 2009). Il gioco dura abbastanza ma purtroppo non ti obbliga a sfruttare appieno le potenzialità dei tanti personaggi. Mi ha divertito ma non avrei mai giocato un futuro capitolo. Mi mancheranno i rumori odiosi dei Ninja che ancora risuonano nella mia mente. E non so quante volte ho dovuto rifare uno degli ultimi livelli. Troppe.



Valiant Hearts - "Vedrai che te ne innamorerai al primo colpo". Aveva ragione il mio amico a consigliarmi questo titolo stupendo, con una storia più bella di certi romanzi, immersa in una realtà tristemente vera come la Guerra Mondiale. Enigmi, miseria, trionfi e sconfitte hanno reso questa avventura grafica in un dolce ricordo. È anche un videogioco divulgativo.



Mirror's Edge - È da circa quattro vite che volevo recuperare questo titolo in attesa del nuovo "Catalyst" per PS4. Mi ha divertito così tanto quando mi ha fatto inc***are perché tu passi tutto il gioco a imparare a giocare. Poi è come i buoni vecchi videogiochi di una volta: la strada non è segnata ma te la devi trovare tu. Un videogioco affascinante sul mondo del free-running. 


Life is Strange - È il videogioco al quale tutti dovrebbero giocare. Non è di certo il primo titolo che nasce dall'idea far sviluppare una storia in modo diverso a seconda delle tue scelte, ma non pensavo che l'ambientazione scolastica avesse poi dei risvolti così poetici e sociali importanti. Ritrovarsi a parlare di temi come il suicidio e l'eutanasia mi ha spiazzato. È bellissimo.



Catherine - Lo vedevo sempre lì alla "Fnac" (quando ancora stava in Italia) continuamente in offerta. All'inizio ho pensato fosse in offerta perché ignobile da giocare. Ci sto giocando proprio in queste settimane ed è pura follia. Secondo me un ragazzino se ci gioca lo butta nel cesso dopo 3 minuti. È un'avventura grafica erotic-horror che somma l'indagine sociale su come si comportano le persone in coppia a degli incubi notturni nei quali bisogna scalare delle torri. Folle e difficilissimo.

PS4



Overwatch - Come può un nuovo aspirante e-sport game,entusiasmare un giocatore di avventure grafiche e platform? Ho da pochissimo la PS4 ma è da tantissimo tempo che aspetto questo gioco. Ho avuto la possibilità di provare la Beta e sono rimasto fulminato dall'ambientazione e dalla meccanica. È un po' più sparatutto di quello che immaginavo, ma squadre e strategia per vincere anche qui sono necessarie. Con meno complicazioni possibili rispetto a giochi simili, in puro Blizzard style.



Guitar Hero Live - Un appassionato di musica come me può non avere questo gioco? Probabilmente sì, però vi dico che non c'è cosa più bella che passare un'oretta al giorno a giocare questo nuovo capitolo del gioco che ha fatto impazzire una generazione. La presenza di una tv tematica on line (anzi, due, visto che ci sono due canali diversi) con tanto di palinsesto, un catalogo aggiornato di brani e un meccanismo che incita a giocare per sbloccare i contenuti senza spendere soldi in più rende questo vecchio classico ormai impolverato, di nuovo intramontabile.