lunedì 15 febbraio 2016

Sanremo 2016: cosa ho capito dalle votazioni


  1. La sala stampa, quando ha visto la classifica finale era sotto shock. Il motivo è che la votazione dei giornalisti delle prime due serate era del tutto diversa dal voto espresso da demoscopica e qualità nell'ultima serata. L'unica artista che la sala stampa ha votato bene e che è rientrata nella classifica finale è Francesca Michielin.
  2. Guardando il televoto delle prime due serate, il più votato da casa è Valerio Scanu, senza se e senza ma. Sotto di lui, molti altri artisti "da talent", ma con percentuali diverse. Interessante è la percentuale di Clementino, molto votato. (Valerio Scanu 20,31%, Clementino 15,50%). Si inizia a vedere una tendenza inattesa: sono votati da casa anche nomi inconsueti come Patty Pravo e Stadio.
  3. I meno votati in assoluto dalla sala stampa nelle prime due serate sono i Dear Jack, seguiti da Alessio Bernabei (e Clementino). Abbiamo notato che anche dal punto di vista del televoto, la band e l'ex cantante dei Dear Jack hanno ottenuto percentuali di voto modeste, al di sotto della media degli altri da "talent". Sembra quasi che lo scioglimento abbia diviso il pubblico votante.
  4. Nella serata delle cover ho notato un numero spaventoso. Il 54% del televoto puntava a Alessio Bernabei, sicuramente aiutato dalla presenza di Benji & Fede, nuovo fenomeno discografico che ha dei numeri (veri) e una potenza di fuoco molto interessante.
  5. Sempre nella serata delle cover, il televoto dava come vincitore Valerio Scanu, ma la stampa lo ha penalizzato ancora una volta portandolo a essere il meno votato in assoluto nella rosa finale a 5. E pensare che la sala stampa, nella sfida del suo girone, lo aveva votato piuttosto bene, preferendo (ma solo di poco) i Bluvertigo.
  6. In ogni caso nella serata delle cover il televoto verso gli Stadio è piuttosto forte, la band è arrivata 27,09% di voto, numeri paragonabili a quelli di Scanu. 
  7. Nella quarta serata arriva la demoscopica, la quale vota in modo piuttosto bilanciato. Sembra abbia votato senza pregiudizi le esibizioni migliori dal punto di vista vocale e di presenza scenica sul palco, portando alla "vittoria" Francesca Michielin, secondi gli Stadio e premiando nomi come quello di Annalisa, Noemi, Arisa, Enrico Ruggeri. Votano bene quasi tutti tranne Valerio Scanu, sul quale pesa un'ombra nera anche in demoscopica nonostante una bella performance: è tra i meno votati. Non sarà piaciuta la canzone? Anche qui i meno votati in assoluto sono Bluvertigo, Dear Jack e Alessio Bernabei. 
  8. Nella quarta serata iniziamo a vedere come si comporta la giuria degli esperti: la più votata è Francesca Michielin, sotto ci sono gli Stadio e Enrico Ruggeri. Non votano, nel senso che nessuno degli esperti mette praticamente nemmeno un gettone (o quasi) per loro... Valerio Scanu, Annalisa e Alessio Bernabei e Dear Jack. 
  9. Il televoto della quarta serata fa "vincere" Valerio Scanu, secondi Caccamo/Iurato e terzi gli Stadio. Anche in questo caso il televoto verso la band vincitrice è piuttosto forte. Il televoto, qui, affossa Neffa, Elio e Bluvertigo.
  10. Nel televoto di ripescaggio della finale, succede una cosa un po' spiazzante: la per nulla televisiva Irene Fornaciari vince al televoto con 31,46% contro il 29,08% dei Dear Jack. La percentuale di televoto ottenuta da Irene è davvero interessante, anche perché nelle prime due serate i Dear Jack superavano Irene al televoto.
  11. Nella quinta serata la demoscopica vuole vincitrice gli Stadio, seconda Francesca Michielin e terza Noemi. Anche qui la demoscopica vota pochissimo Valerio Scanu: è il meno votato dalla demoscopica in finale.
  12. Attenzione perché qui la giuria di esperti ha davvero virato fortemente il voto. La giuria di qualità nella quinta serata vota praticamente del tutto gli Stadio, dando quasi la metà dei suoi gettoni disponibili alla band e lasciando le briciole agli altri artisti: secondi Caccamo e Iurato, terzo Enrico Ruggeri. Quasi del tutto ignorati sono Dolcenera, Bernabei, Scanu e Annalisa. Ci tengo a sottolineare che Alessio Bernabei e Scanu non hanno ricevuto nemmeno un voto dalla giuria di qualità in questa ultima occasione.
  13. Il televoto della quinta serata vuole vincitori gli Stadio, secondo Lorenzo Fragola, terza Patty Pravo. Si nota da tutte le votazioni del televoto che il vecchio pregiudizio secondo il quale il solo televoto farebbe vincere solo "quelli da talent" è decisamente superato.
  14. Il voto che ha determinato chi è arrivato primo, secondo e terzo è molto interessante: prima di tutto la demoscopica si è divisa quasi equamente tra i tre concorrenti, facendo vincere gli Stadio e mantenendo la classifica intatta. Mi ha colpito il fatto che la giuria di qualità ha espresso un voto quasi al 50% per gli Stadio, lasciando il resto agli altri due concorrenti, con una precisa volontà di portare alla vittoria la band.
  15. Da queste votazioni ho capito che il voto del pubblico a casa su un Festival così seguito è molto maturo e poco "adolescenziale" come si è sempre pensato. La giuria demoscopica mi è piaciuta perché non ha espresso delle tendenze univoche, ma pare si sia fatta guidare (tranne nel caso di Scanu) da criteri di qualità della performance, senza guardare troppo la storia di chi stava sul palco. Ripeto, a parte Scanu. Infine, mi ha abbastanza lasciato sotto shock la forza della giuria di qualità: ha concentrato i voti dove voleva con il chiaro intento di portare la band alla vittoria. Però va anche detto che nel rush finale gli Stadio sono smaccatamente i più votati al televoto, ottenendo una vittoria schiacciante rispetto agli altri due concorrenti, con uno scarto in linea con il comportamento della giuria di qualità.