lunedì 18 gennaio 2016

I fumetti da leggere nel 2016



Era da tipo 5 anni che volevo fare questa cosa. È il 2016 e se lo state leggendo ce l'ho fatta. Ecco fumetti che leggerò (o continuerò a leggere, o recupererò) quest'anno. Tra manga, fumetti americani, qualcosa di italiano...cercherò di controllarmi, ma so già come andrà a finire.

Spenderò un sacco di soldi.

I miei obiettivi sono due:

1. Aggiornare questa lista una volta ogni mese, se ci dovessero essere delle novità. Poi rimetterò un link su Facebook così potete rimanere aggiornati se ve ne fregasse mai qualcosa.
2. Aspettare i vostri consigli per altre letture, non sapete quanto mi piace leggere fumetti che non ho scelto personalmente io, ricevere nuovi stimoli.

Partiamo! Non saranno tutte novità, ve lo dico così lo sapete. Sono un lettore feroce e sono sicuro che molti di voi avranno consigli molto buoni da darmi. Confido nei vostri suggerimenti, voglio davvero leggere tante cose belle quest'anno e so che mi sarete d'aiuto (ve lo impongo!).




Wizards of Mickey

È un periodo (piuttosto lungo, in verità) che mi sto riavvicinando al fantasy "medioevale", cercando di trovare le sue forme più essenziali, meno complicate, andando un po' alla radice di questo stile (il motivo, forse entro la fine dell'anno, ve lo spiegherò). Ecco, avevo letto qua e là alcuni capitoli della prima pubblicazione della saga e li sto recuperando tutti. È stato appena pubblicato l'ottavo volume e sono bloccato al terzo perché in giro si trovano pochissimo. Ce la farò, sì ce la farò.



Saga

Per Natale mi hanno regalato il primo capitolo di questo appassionantissimo (fate conto che l'abbia scritto in maiuscolo) fumetto statunitense. Parla di un amore fuori dai canoni e della loro sopravvivenza in un mondo fantascientifico e surreale. Di questo titolo mi ha colpito il linguaggio utilizzato dai personaggi (sarà merito anche della traduzione, certamente), molto diretto e naturale e i disegni da favola (horror). 5 volumi disponibili con cadenza "anima in pace", quasi mai.




World Trigger

Ma voi avete capito che fine ha fatto il terzo volume? Io ho comprato i primi due e vi giuro che non ho ancora capito quando sarò in grado di continuare questo fumetto bellissimo. Il genere è fantascientifico e parla di due mondi. Quello più simile al nostro è invaso da mostri alieni chiamati Neighbor. Il problema è uscirne vivi, tra ragazzi addestrati per ucciderli, gradi "militari" da rispettare e un certo Yuma che è piccolo, utile e patatoso ma, guarda un po', viene dal mondo nemico, tutto si complica sempre più. Ci sono tanti personaggi, tecnologie belle, il fumetto è disegnato molto bene.



Star Wars 

È così che io ho sfogato la febbre da Star Wars. Da vero ignorante (come molti) della saga cinematografica (e essendo in palla con la fantascienza popolare, l'avrete capito) sono andato a vedermi tutti i film, mi sto per avvicinare al cartone animato e in conclusione ho iniziato a prendere i fumetti. Il tutto nasce da un mio riavvicinamento al fumetto americano che mi sta dando talvolta grande soddisfazioni, altre volte cocenti delusioni. Qui, è tutto godimento.

Adventure Time

Questa è un'uscita scoglio, nel senso che ho cominciato (tardissimo) a avvicinarmi al cartone e al fumetto. Sto recuperando (cercando di recuperare) tutto, ma non sarà facile. Inutile che vi spieghi perché amo questo titolo: comicità e fantasia senza freno a mano, il fumetto è davvero uno spasso con le sue note a margine nonsense e quel senso di frenesia coloratissima che ti avvolge. È stupendo.



Secret Wars

Io sto al mondo Marvel come un ghiacciolo in un cesto di castagne. Ho sempre vissuto il mondo comics dei supereroi da lontanissimo e con un lieve senso di disagio: sono sempre cresciuto a pane, salumi, Kinder Bueno e manga. Anche qui è stato un regalo: questa battaglia epica da far girare la testa (e far venir mal di testa) in 9 volumi ci porterà nella nuova era Marvel, quella dove conto poi di entrare nei titoli in cui mi sentirò più a mio agio. Onesto? Ho letto solo lo 0 e l'1 e devo ancora entrare nel vivo della storia. Continuerò imperterrito aspettando tempi migliori. Arriveranno, lo so.



Liar Game

È una delle cose più belle lette negli ultimi anni. È un fumetto super-cervellotico, un gioco di ruolo fatto fumetto (manga) e alla fine è praticamente un thriller psicologico. Quando mi chiedono qual è il mio manga preferito oggi, il titolo è questo. È pubblicato da J-Pop e mi piace da matti. Ho tutti i numeri e lo amo alla follia. Per ora la serie conta 19 volumi, in Italia ne sono usciti 16. Must-Read. Se vi inizio a spiegare di cosa parla, finiamo nel 2020. È un gioco crudele e mai violento.



The Climber

Un pomeriggio di qualche anno fa, l'adattatore in lingua italiana di questo fumetto J-Pop mi ha detto: "Leggilo, è bellissimo". Bene, io sono andato in fumetteria (anzi, al Lucca Comics) e li ho comprati TUTTI senza sapere niente, nemmeno che fosse un fumetto che parla di scalata. Il tema è quanto di più lontano dal mio immaginario, ma le dinamiche per lo più psicologiche (e anche fisiche) di chi vive la montagna mi affascinano moltissimo. Bene, qui trovate una cosa bellissima. È già finito e sto leggendo (con molto rilento) tutti i volumi. Comprare per credere.



Agents of S.H.I.E.L.D.

Onesto, il primo vero approccio (recente) con il fumetto americano che poi è un po' degenerato (non molto, potenzialmente molto) è dovuto alle serie tv. La mia preferita tra i titoli Marvel è questa. Amo tutto, amo tantissimo, anche se il fumetto almeno nei numeri che ho letto finora, non mi dà ancora le emozioni del telefilm. So che questo aspetto in crescita, quindi rimango confidente. Avete notato che i miei entusiasmi per i fumetti dell'universo Marvel sono ancora molto controllati? Chissà perché.