venerdì 8 agosto 2014

Estate è dove NON accadono le cose.


Estate è dove NON accadono le cose.
Incontri nessuno, scontri sugli spigoli delle porte, ferite cure quando giochi alla Play. È lavarsi con il Pino Silvestre asciugarsi con il phon. Vestiti spiegazzati SEMPRE sfreccio in scooter becco un moscerino nell'occhio, è andata in ferie pure la mendicante araba. Corro senza costume per andare tuffarmi nella vasca da bagno, calcio l’ultima palla che mi è rimasta perché l'altra è caduta sottoterra.
Alzo il volume fino alle 22 (secondo il regolamento di condominio) rimango a bocca spalancata quando mangio il melone.
Senza parole fiato soldi, ma soprattutto soldi.
Assaggio tutto quello che vedo in frigo il morbido il cremoso il goloso ma anche la roba in scadenza al 50% del Carrefour. Vado in bici in barca di sushi guardo la bambola assassina.
A piedi in cantina, prendo un altro spigolo mi sono rotto il mignolo. Parlo coi muri parlo con la mia amica immaginaria parlo di cose che sto per capire e non le capisco perché è un muro e i muri non parlano.
Estate stellare memorie di vacanze vere, mi faccio le visioni sono morte pure quelle e con esse le zanzare sotto la pioggia. Partiamo ma alla fine non partiamo nessun piano, i negozi sono tutti chiusi mi rimane giusto l'Ikea.
Mal che vada mi faccio un sonnellino di 12 ore su un Hurdal in esposizione, un’altra ora di cammino verso la palestra e trovarla chiusa perché è in orario ridotto e non mi hanno detto niente.
Sotto il sole c'è solo il temporale, la festa planetare è quella degli altri. I conti li farò quando sarò tornato dopo l'ennesimo giro in ferramenta che in buca mi ritrovo le bollette. Mi devi tre baci (ma anche un Mars va benissimo) io un cono 5 stelle al cioccolato (va bene mi mangio pure quello).
Ma ora prego dammi un po’ di sole una cacchio di volta in tre mesi, un po’ di baci (quelli tuoi che non ci sei) e la conseguente meraviglia. La notte buio stelle la luna cresce decresce e io niente, aspetto insonne settembre con il ventilatore in faccia che la mattina sono raffreddato mi soffio il naso che bella immagine.
Cinque Stelle Sammontana, è finito nei bar e non se lo fanno rifornire.
Questa è la mia estate italiana.