lunedì 30 giugno 2014

Il Pride è bello quando...



  1. Quando hai convinto almeno una persona scettica ad andarci.
  2. Quando ringrazi con la tua presenza il lavoro di poche persone che si fanno un mazzo tanto.
  3. Quando non stai ai bordi del corteo a fare vedetta. Esserci per vetrina e non partecipare per vergogna è deprecabile.
  4. Quando guardi i balconi e vedi le persone affacciate sorridere.
  5. Quando trovi al tuo fianco famiglie tradizionali e persone "che non ci guadagnano nulla" dalla lotta politica.
  6. Quando si è presenti nella propria città. Quella dove si vive e si convive con l'intolleranza
  7. Quando vedi i difetti dell'evento e il giorno dopo scendi in campo per dare il tuo contributo per fare in modo che l'anno dopo quei problemi non ci siano più.
  8. Quando ti rendi conto di quanto sia speciale e importante la presenza di ogni singola persona.
  9. Quando ci sono i grossi nomi politici locali e non ci sono elezioni in vista.
  10. Quando vedi le persone che si abbracciano e piangono di gioia. Perché per qualche ora quelle catene virtuali si spezzano. E dietro quel muro di omertà, c'è solo amore.


Matteo (Bologna)



Vincenzo (Milano)


Marco (Barcellona) 


Vyncent (Napoli)


(Vorrei completare la gallery con altre città, se volete contattatemi)