mercoledì 4 settembre 2013

Tornare in palestra dopo le vacanze

Foto di @umo_reyes - Instagram

Se c'è una cosa che odiamo tutti fare, più del timbrare il cartellino e smettere di farsi le foto al mare che c'è un'ottima luce, è tornare a fare palestra dopo le vacanze. Il punto è che abbiamo passato 11 mesi a tentare di fare del nostro fisico un trofeo e puntualmente nel 90 per cento dei casi non ce l'abbiamo fatta.

Visto che nessuno in questo mondo va in palestra per la salute ma solo perché si vuole vedere bello o bella allo specchio, tornare in palestra insoddisfatti, peraltro molto più grassi e con ancora il caldo dell'estate sul groppone, no, non è facile. Sono tornato oggi a trottare (dopo la scorsa settimana che è come se non ci fossi andato) e vi dico solo che mi sono beccato il classico istruttore appena arrivato che ha 10 anni in meno di me e per farsi vedere dal capo ti corregge pure se chiudi male le palpebre.

L'ho subito fulminato con la mia gentilezza alla Anna Tatangelo: «Senti, ho fatto per quattro anni gli addominali su questa panca, capisco che non li ho e non li avrò mai, ma mi spieghi perché devo cambiarla proprio oggi?». Visto che se la persona è niente, l'offesa è zero, lui ha capito l'antifona e ha capito che il mio ritorno in palestra si sarebbe trasformato in un omicidio se non avesse smesso di urtarmi.

Il mio consiglio: scollatevi dal letto e andateci, fate anche pochissimo, sfogatevi con rabbia e disprezzo verso il vostro istruttore: l'importante è riprendere. Farete la metà dei pesi, la metà dei tempi scritti, mangerete il triplo quando tornate a casa e avrete un occhio nero perché l'istruttore giustamente ha anche ragione. Ma se uscite vivi come me oggi, ne sarà valsa la pena.