lunedì 29 aprile 2013

Picchiare un Power Ranger è da veri coglioni



Cari bulli anonimi, ho appena saputo che sabato 27 aprile al Comicon di Napoli avete picchiato un Power Ranger. Lo avete accerchiato e malmenato con pugni e schiaffi. Il Power Ranger inaspettatamente non è riuscito a difendersi. 

Probabilmente Alpha 4 ha fatto un po' di casino come al solito, è andato in panico o era giustamente a riposo visto che il sabato erano in day off e il nostro amico si è ritrovato con il casco appannato per iperventilazione e ne ha prese parecchie.

Non è stato nemmeno in grado di riconoscere se eravate una squadra di Squatt o Baboo. Non avete avuto nemmeno le palle di urlare il vostro nome brandendo uno stemma.

I cattivi, quelli veri, non sono codardi.

Il Power Ranger ha scritto su Facebook:

«Volevo solo dire quanto sono deluso, incazzato, di quanta rabbia provo in questo momento per ciò che è accaduto al Napoli Comicon. L'organizzazione mi ha contattato dicendo di aver identificato e fermato i colpevoli, resto in attesa che mi si forniscano i loro dati cosi da poter sporgere denuncia».
Sono rimasto molto colpito dal comportamento di Jason Lee, perché avrebbe potuto evocare tranquillamente Tyrannosaurus e farvi un mazzo tanto, vi pestava come moscerini. Avrebbe potuto chiamare gli alleati e trasformarsi in Megazord e farvi tornare a casa dalla mamma bruciacchiati e in lacrime.

Invece farà regolare denuncia ai carabinieri perché lui non era lì per combattere, ma per incontrarsi con un sacco di altri supereroi che in più di un'occasione hanno salvato il culo anche a voi e a tutta l'umanità.

Essere così irriconoscenti, vigliacchi e stupidi vi tornerà indietro come un boomerang nella vita.

Sapete, cari bulli senza nome, quanti seguaci hanno su Facebook i Power Rangers nel mondo? Quasi un milione. Sapete quanti di loro non vedrebbero l'ora di mostrarvi i loro poteri venendo direttamente sotto casa vostra, se sapessero cosa avete fatto al loro beniamino?

A differenza di quello che hanno scritto, il problema non è che siete napoletani, ma che siete dei coglioni. E a questo non c'è maschera, costume o trucco che possa salvarvi.

L'intervista a Gennaro di Orgoglio Nerd.
Il video sfogo di Dario Moccia.